TRA IGNOTO E NOVITA’ 

Sei anche tu tra quelle persone che tendono a respingere al mittente qualsiasi proposta di qualcosa di nuovo, sconosciuto, inusuale? 

Il titolare pensa di rinnovare sistema operativo e tu vai in tilt;   il tuo partner ti propone di cambiare destinazione per le prossime vacanze estive e tu rispondi “ma chi ce lo fa fare!”; in frigorifero e in dispensa hai sempre gli stessi alimenti che cucini seguendo ricette consolidate?

Si, forse pensi di essere semplicemente una persona abitudinaria oppure consideri questo atteggiamento “cauto” una modalità che ti è sempre appartenuta, o ancora ritieni che finché gira bene, non vale la pena cambiare copione. 

Per carità, nulla di male in questo! 

Ti sei chiesta/o quanto ti stai perdendo? E se ti dicessi che questo respingimento automatico delle novità ti sta limitando nella conoscenza di te, nell’espressione della tua ricchezza, nel raggiungimento della tua felicità

Troppo spesso ci fossilizziamo nelle nostre posizioni, ci fissiamo rispetto alle opinioni che abbiamo su persone, cose, avvenimenti e attribuiamo significati nell’unico scopo, magari inconscio, di confermare quell’idea. 

Perché accade questo? Solo per evitare l’incertezza, il disorientamento e la frustrazione di misurarci con l’ignoto; tutto ciò che non conosciamo viene riconosciuto come potenziale pericolo dal cervello. 

La conseguenza? Le convinzioni di sempre si consolidano nei comportamenti di sempre  togliendo progressivamente spazio a tutto il resto: nuove opportunità, prospettive più vantaggiose, porzioni di realtà più stimolanti. 

Cosa dovremmo fare? Semplicemente indagare per conoscere meglio ciò che ci propone quel nuovo input e valutare se ci corrisponde oppure no, in totale libertà.

LA LIBERTA’ DI METTERE IN DUBBIO

Prova a pensare alle potenzialità di strumenti informatici più aggiornati, performanti, veloci; a quanti posti meravigliosi esistono su questa terra che aspettano solo di essere scoperti; quali vantaggi offre il fatto di cambiare periodicamente ingredienti e fare una spesa orientata alla stagionalità, al bilanciamento dell’apporto nutrizionale, all’appagamento globale dei sensi.

Alla luce di questo, probabilmente l’unica cosa che dovremmo mettere a distanza sono i nostri soliti schemi mentali, le abitudini che spesso ci bloccano e iniziare a fare un lavoro diverso, più stimolante e utile: mettere in dubbio

Conosci la storia della Kodak? Per 70 anni sinonimo di “fotografia”.

Non tutti conoscono ciò che accadde nel 1975 quando l’ingegnere Steve Sasson mise a punto il primo prototipo di macchina digitale. Ovviamente lo propose in azienda e si sentì rispondere 

A chi vuoi che interessi vedere le foto su uno schermo?

Ok, forse i tempi non erano maturi e la storia è ricca di personaggi illuminati che sono passati da visionari solo perché capaci di guardare oltre il loro naso.

Oggi come oggi quante storie di personaggi, prodotti, attività di business, idee vincenti sono passate alla storia grazie alla curiosità, allo spirito di iniziativa e all’ottimismo di menti aperte?!?

Solo in Italia possiamo elencare: Adriano Olivetti, Aristide Merloni, Bruno Cucinelli, Luisa Spagnoli, Leonardo Del Vecchio e moltissimi altri.

Più di recente e soltanto nell’ultimo decennio, la comparsa dei dispositivi di tipo mobile ha visto nascere applicazioni come funghi. Dietro questi software, il più delle volte, ci sono persone brillanti che mettono in pratica progetti nati da ispirazioni geniali, necessità di risolvere problemi, desiderio di esplorare nuovi orizzonti

Cosa hanno in comune tutti questi personaggi del passato e del presente? 

Hanno scelto di credere in se stessi, nel loro sogno, nel valore che potevano apportare al mondo e hanno deciso di darsi un’opportunità che ha reso loro la notorietà e, soprattutto, ha rappresentato una spinta in avanti attraverso le epoche, per comunità e settori.

E SE IL PERSONAGGIO DEL FUTURO FOSSI TU?

Sei sicura/o che non valga la pena abbandonare la pigrizia e osare, sperimentare, iniziare

Come? Nel momento in cui stai alzando la barricata dello scetticismo, della critica e della resistenza, fermati. 

Prendi un respiro e rassicurati: nessuno può obbligarti a pensare, sentire, agire diversamente da ciò che vuoi. 

E in questa consapevolezza fai un piccolo passo verso la tua evoluzione e la tua libertà

Esercitati a trovare qualcosa di positivo o utile: cosa potrebbe esserci di buono per te? Magari qualcuno che ha a cuore il tuo benessere ti ha fatto una proposta con una buona intenzione nella speranza di poterti apportare un beneficio.

Quando abbatti gli argini del giudizio, del preconcetto, della diffidenza, stai pronta/o a scoprire un’infinità di opportunità tra cui puoi scegliere per disegnare il tuo futuro più luminoso!

Nota come ora è diventato già più facile lasciare spazio alla curiosità, alla possibilità di perlustrare nuove strade, alla serenità di sapere che in qualsiasi momento puoi tornare sui tuoi passi se è davvero ciò che vuoi. Inizia da qui, inizia con me!

Pin It on Pinterest

Share This