È successo una mattina. C’era il sole e avevo le finestre spalancate.

Mi stavo preparando per la giornata quando ho sentito un gran baccano arrivare da fuori e mi sono incuriosita. In strada non c’era nessuno così ho capito che dovevo puntare lo sguardo verso il cielo.

Uno spettacolo meraviglioso: uno stormo di oche selvatiche stava migrando nella sua caratteristica forma a V e si annunciava al mondo con l’orgoglio di chi ha trovato il segreto di un buon lavoro di squadra.

Lo sapevi che le oche volano in questo modo per ottimizzare il dispendio energetico? Quella che sta al vertice guida la formazione e spezza l’aria, mentre quelle ai lati approfittano del vantaggio; quando la prima è stanca viene sostituita da un’altra fino a che anche questa non si sia stancata a sua volta e così via fino a destinazione.

Nessuna si stacca volentieri dalla formazione perché avverte la resistenza del vento e nessuna viene lasciata indietro perché la forza dell’unione è riconosciuta come un valore imprescindibile. La natura ci insegna più di quanto – a volte – siamo disposti ad imparare, ma in certi casi è impossibile chiudere gli occhi di fronte all’intelligenza della vita.

Facciamone tesoro.

Hai mai sperimentato la magia che si crea in un gruppo quando tutti vanno nella stessa direzione e si appoggiano l’un l’altro?

La parola sinergia indica uno sforzo congiunto di più parti che permette di ottenere un risultato al quale non sarebbe possibile arrivare se i singoli svolgessero le stesse azioni separatamente. In sostanza la sinergia produce un risultato maggiore della somma delle parti: è quando due più due non fa quattro ma cinque. In matematica è raro che accada… ma nel mondo delle relazioni ben costruite è la regola.

Il gruppo dei pari, ossia delle persone che frequenti e con le quali condividi tempo, spazio, valori e magari anche obiettivi, deve essere il tuo stormo.

Ci saranno momenti in cui alla guida del gruppo ci sarai tu e trascinerai tutti con il tuo entusiasmo, i progetti che hai in mente, la forza della tua visione e il desiderio di arrivare al traguardo; e ci saranno momenti in cui ti lascerai trasportare dall’energia del team. Fa parte della vita avere giornate sempre diverse: a volte senti il sole splenderti dentro anche se fuori c’è il diluvio e altre volte ti senti ancora in inverno pur essendo già arrivata la primavera. La forza del gruppo dei pari serve a dare equilibrio, stabilità e continuità anche ai giorni difficili.

La cosa importante che devi sapere però, è che c’è molta differenza tra il gruppo dei pari e il gruppo base: il primo è quell’insieme di persone che condivide con te il viaggio verso un obiettivo comune, adottando valori e comportamenti condivisi; il secondo è un insieme di persone che frequenti, con cui passi il tempo e ti diverti anche, ma che non sposa in pieno la tua filosofia di vita e agisce in base ad un altro codice di comportamento.

Se vuoi godere della forza del gruppo devi creare o scegliere un gruppo dei pari che vada dove vuoi andare anche tu.

Pin It on Pinterest

Share This